.
Annunci online

jangtsethoesam
"La casa della gentile disciplina"


Diario


18 marzo 2008

TarantoOggi 16-17 Marzo 2008 magazine



(Foto a cura di Nuccia Pulpo)

L'intenso sguardo di Niobe (Teresa Mangiacapra) che con dolce maestria ha saputo fermare su carta ciò che ha veduto durante un suo soggiorno nel 2006, nel magico Tibet, si è trasformato in poesia di immagini, in un'elaborazione creativa che pone l'osservatore in una posizione privilegiata.
Un soffio di Tibet nello studio dell' artista Nuccia Pulpo.
Una serata emozionante, purtroppo anche di toni tristi per via della grave situazione che da cinquant'anni soffoca il paese delle nevi...oggi più che mai.
Una cornice di donne: Teresa, Nuccia, Letizia, Deborah e Lia strette da un sottile filo di complicità e d' intesa, un pubblico sensibile e attento.
Uno scenario colorato di foto, di versi poetici e di Angeli virtuali.
Bellissime le sculture realizzate in creta, tufo, lente d'ingrandimento, ferro e luce quasi a voler proteggere la soave atmosfera creatasi nello Spazioarte "Il Soppalco" della stimata artsista tarantina Nuccia Pulpo sito in C.so Umberto, 136.
Brave tutte e grazie Nuccia del prezioso dono.
Ricordiamoci di visitare la mostra di "vibrazioni su scala di differenza" Omaggio al Tibet e Angeli Virtuali, allestita fino al 29 marzo tutti i pomeriggi dalle h 17.00 alle
h 20.00.
Giorno 29 sarà presente il Ven. Ghesce Thubten Namgyal in occasione della proiezione del video-racconto "La Strada Arcobalena", realizzato da Lorenzo Di Pierro, Lia D'Arcangelo e Francesca De Leonardo e, nuovamente godremo della presenza di Niobe.
Ed ora meritato spazio alle poesie.

TIBET

La verde vallata
i tre occhi di Buddha
Monasteri fortezza
l’allievo e il maestro
la ruota che gira
a narrare preghiere.
Il cielo si tocca
lassù con un dito
tra i templi svettanti
nell’azzurro infinito.
Nei paesaggi lunari,
danzano al vento
colorate bandiere.
Bianco candore
di cime innevate.
Ma anche mille
violenze subite
perché c’è chi
reprime e cancella
innocenti sorrisi
e costringe all’esilio
e a varcare confini
per cercare nel mondo
libertà e dignità
ormai da tempo negate…

           di Letizia Gangemi

Gentile Azione

Guardo il Tibet con gli occhi del gelo
e mi riposa quello spazio di esultanza
dove la madre divina posa le sue scapole
Io amo il Tibet per la dolcezza delle sue acque
per le sue giovani cime per le foresti verdi
per i suoi luoghi brulli per i suoi dettami
di necessità e mai per cupidigia
per la brezza del sogno sciamano
per i rituali di benedizione
per il sorriso di un tempo felice
per la sua bandiera ferita
Io amo il Tibet per la sua bellezza tradita
per i lineamenti della sua gente
per le carovane e lo spirito nomade
per i costumi e lo yak per i colori
e le tende per le preghiere sparse nel vento
Io amo il Tibet per i suoi capodanni
per i suoi Buddha di burro
per le danzatrici e i funerali celesti
le sue leggende la sua forza guerriera
i suoi canti e la sua nev
Io amo la sofferenza narrata senza grida e senza armi
                                                                
                                                               di Lia

VEDI eventi in corso di Teresa Mangiacapra




permalink | inviato da jangtsethoesam il 18/3/2008 alle 17:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
"Il Mandala Risultante"
EVENTI
NEWS
brochure
INIZIAZIONI
interviste
Ritiri
interventi
spettacolo "TRIKAYA"
video & foto
corsi
conferenze
"Insieme per la Birmania"
corso di meditazione
mass media
S.S. il Dalai Lama
CERIMONIE
Sonam Cianciub
Insieme per l'Ahimsa
FREE TIBET
PREGHIERA
OLUS
VESAK
Appelli
programmi
CO.RI.TA

VAI A VEDERE

http://www.dalailama.com/
Jangtse Thoesam su Facebook
sito Jangtse Thoesam
Monastero di Gaden
Samantabhadra ( Roma )
Maitri ( Torino )
Jang Chub ( Bergamo )
Monastero di Pomaia
Geluk
Tibet & buddhismo in Italia
associazione Italia-Tibet
associazione U.B.I.
la_casa_della_gentile_disciplina
il Sentiero del Tibet
EWAM
motore di ricerca di siti buddhisti nel web
AMECO
http://www.dossiertibet.it/
Asia olus
Bodhi Path



SIAMO SOLIDALI CON IL POPOLO TIBETANO E ADERIAMO A TUTTE LE MANIFESTAZIONI PACIFISTE
ASSOCIATO ALLA GADEN JANGTSE FEDERATION-EUROPE

         
     
    (Chan Tze Tosam, l'unico centro
del sud d'Italia con un Lama residente)
ISTITUTO BUDDISTA MAHAYANA
      ( associato all' U.B.I. )   
   
         
     GUIDA SPIRITUALE:
IL VEN.GHESCE
THUBTEN NAMGYAL (dal 1998)

ascolta il mantra 

Tibet & Buddhismo italiano
 http://www.padmanet.com/

VIALE KENNEDY,15 LITORANEA SALENTINA
74020 LEPORANO-TARANTO
tel/fax: 0995334040
e.mail: jangtsethoesam@liero.it
sito:http://www.padmanet.com/ctt/default.htm     

Sul sito web troverete le informazioni
riguardanti il Maestro, il Centro stesso,
il programma, le adozioni a distanza a
beneficio dei tibetani che, come saprete
è un popolo profugo; sul sito troverete,
inoltre, una mappa che indica la precisa
posizione di dove ci troviamo.

 S.S. il XIV Dalai Lama Tenzin Ghyatso
(Oceano di Saggezza)


I MAESTRI DI GADEN CHE
HANNO UNA RELAZIONE
CON IL CENTRO DI GANDOLI

da sinistra verso destra i Venerabili Ghesce: Lobsang Sherab,
Thubten Namgyal, Sonam Gyaltsen e Sonam Cianciub
 il Ven. Lobsang Sangye
 e l'indimenticabile
Ghesce Ciampa Ghyatson, che é stato il primo Lama a
dare Insegnamenti nella città di Taranto

La bandiera tibetana sventola insieme a quella europea italiana
e tarantina (25 Aprile 2008)






Il primo centro Jangtse Thoesam (Chan Tze Tosam)
in Via Orazio Flacco, fondato dal Ven. Ghesce Sonam Cianciub
(anno 1997)

CERCA