Blog: http://jangtsethoesam.ilcannocchiale.it

Nello steso giorno, BUDDHA SAKYAMUNI nacque, si Risvegliò e lasciò il corpo, era il giorno del Vesak

CELEBRAZIONE DEL VESAK

MERCOLEDI' 18 GIUGNO 2008

ALLE ORE 19,00

PRESSO

l'
Istituto Jangtse Thoesam
V.le Kennedy n° 15, litoranea salentina (zona Gandoli)
Leporano-Taranto
Tel.099/5334040
E-mail jangtsethoesam@libero.it

Reciteremo insieme al Venerabile Ghesce Namgyal  
La Guru Pugia (in sanscrito)
Lama Ciopa (in tibetano)
L'Offerata al Maestro (in italiano)

Il Vesak cade nel quindicesimo giorno (e corrisponde al pleniluvio) del  quarto mese dell'anno, (fine maggio-inizio giugno), in tibetano Saka Dawa.
(quarto mese).

Buddha Sakyamuni vissuto in India tra il V e il VI
 secolo a. C. nasce il giorno del Vesak, come 
principe Gautama Siddharta.
Dopo anni di ricerca
atti al superamento della sofferenza, raggiunse
 lo stato di Buddha (RISVEGLIATO), questo accadde
in meditazione nel giorno del Vesak.
Muore nel 483 a.C nella notte del
pleniluvio del Vesak, aveva più di ottanta anni.
In realtà Egli non muore, raggiunge il Nirvana,
la soglia del non dolore, libero dal
ciclo della nascita-morte-rinascita (samsara).
Buddha Sakyamuni (il Buddha storico, colui, che
ci ha lasciato preziosi insegnamenti,
perchè potessimo divenire anche noi RISVEGLIATI.

Il Vesak è un'importante festa buddhista, ma
appartiene all'intera umanità, il Vesak è una
stella di luce e durante il suo
passaggio ci indica una via,
attraverso la benedizione del Buddha, possiamo 
comprendere che la sofferenza può estinguersi,
quando riusciremo a non percepirci più come esseri 
separati, comprenderemo allora, che tutto
e tutti sono mossi da interdipendenza.
Non c'è differenza tra me e gli altri,
l'egoismo è fonte di dolore.
Desiderare che cessi la sofferenza, 
desiderare che tutti siano felici,
questo ha insegnato Buddha Sakyamuni,
onoriamolo nel Vesak e le nostre azioni positive si moltiplicheranno.

La celebrazione del Vesak, la Grande Benedizione
è aperta a tutti.

Si può assistere alla cerimonia
liberamente, si possono portare offerte di cibo,
 bevande,fiori, possono venire i bambini,
 canteremo con gioia.
A questo grande evento possono partecipare
tutti gli uomini della terra, di tutte le razze e 
di tutte le religioni, è l'intera UMANITA' che
viene benedetta.   

Pubblicato il 16/6/2008 alle 21.42 nella rubrica VESAK.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web